indietro

Chi siamo

Siamo uno dei tour operator più esperti in Polonia. Operiamo da circa 30 anni durante i quali abbiamo acquisito una profonda esperienza nell'organizzazione di tour per i gruppi sia nazionali sia multinazionali. Tra le altre cose, proponiamo soggiorni di vacanza e viaggi culturali provvedendo a organizzare alloggi, trasporto e intrattenimento.

La nostra azienda è stata fondata nel 1990 a Cracovia. All'inizio abbiamo agito come incoming tour operator e società di gestione di due alberghi, entrambi situati nel cuore di Cracovia: Wyspianski Hotel*** e Amadeus Hotel****. Da allora abbiamo operato con successo nel mercato turistico, offrendo una vasta gamma di servizi ai nostri partner e ospiti polacchi e stranieri.

In qualità di membro di organizzazioni turistiche nazionali, come la Camera del Turismo polacca e la Camera del Turismo di Cracovia, sosteniamo attivamente lo sviluppo del settore turistico in Polonia.

0

anni di esperienza

0

lingue parliamo

0

occasioni di incontrarci ogni anno

No results found

try other programmes

-->
`

Contatto

Consiglio di Amministrazione

Paweł Bączek
CEO & Partner
Monika Bączek-Bochenek
Partner
Jan Bączek
Partner

Team managers

Emilia
Monika
Ewelina
Aneta
Anna

Situazione in Polonia (aggiornata il 22/03/2021)

Zone

La Polonia sta vivendo la seconda ondata di coronavirus. Il governo polacco sta monitorando il livello delle restrizioni e per ora il numero di nuove infezioni è considerato in crescita. Tutto il paese è in zona rossa con un alto livello di regime sanitario per prevenire la diffusione del virus. Le procedure nella zona rossa si riferiscono a limitazioni per eventi sportivi, culturali, familiari e religiosi, maschere obbligatorie in qualsiasi momento, limiti nel numero di persone nel trasporto pubblico, centri commerciali, palestre, cinema, teatri. Gli ospedali nelle zone rosse operano secondo procedure severamente restrittive per contenere la diffusione della pandemia. Lock down in Polonia è cominciato il 20 marzo e durerà fino il 09 aprile. Le informazioni che seguono si riferiscono alla zona rossa.

Confini

Dal 13 giugno le frontiere della Polonia sono aperte con l'UE e tutti i paesi appartenenti all'area Schengen. Ai turisti che attraversano il confine della Polonia con un trasporto organizzato può essere chiesto di sottoporsi a una quarantena obbligatoria di 10 giorni. Durante questo periodo non si può lasciare la propria casa, portare a spasso il cane, fare shopping. Se una persona in quarantena è in stretto contatto con altre persone in casa, anche queste devono essere messe in quarantena. Le frontiere esterne dell'UE sono ancora chiuse. La quarantena è obbligatoria per chiunque attraversi il confine Polonia – Slovacchia e Polonia Repubblica Ceca. Dal 28 dicembre, le persone che sono state vaccinate contro il COVID-19 non devono sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

Voli

A partire dal 29 luglio 2020, i voli internazionali dagli aeroporti situati sul territorio dell'Unione Europea sono stati ripresi. Ai turisti che attraversano la frontiera della Polonia con il trasporto organizzato può essere chiesto di sottoporsi alla quarantena obbligatoria di 10 giorni. Il traffico ferroviario internazionale è stato ripristinato entro i confini interni dell'Unione europea. Tuttavia, i viaggi con treni internazionali verso destinazioni al di fuori delle frontiere esterne dell'UE sono ancora sospesi.

Trasporto privato

Possibile con il 50% dei posti e con la disinfezione dopo ogni viaggio. Indossare le mascherine durante il viaggio è obbligatorio.

Centri sportivi e tempo libero

Palestre, piscine e centri sportivi sono chiusi.

Alberghi

Dal 20 marzo al 09 aprile gli alberghi rimangono chiusi.

Ristoranti

Dal 7 novembre sono aperti i ristoranti ma solo per le consegne a domicilio o servizio da asporto

Cultura

20 marzo 2021 - 9 aprile 2021 gallerie d'arte, musei, biblioteche, cinema, teatri, teatri d'opera e filarmoniche sono chiusi.

Trasporto pubblico

I tram e gli autobus nelle città funzionano con solo il 50% dei posti disponibili. Sono disponibili voli nazionali e collegamenti ferroviari. Anche in questo caso le mascherine sono obbligatorie su tutti i mezzi di trasporto sopra indicati.

Informazioni generali

E' obbligatorio coprire il naso e la bocca nei negozi, nei musei, sui mezzi di trasporto pubblici e in tutte le aree chiuse e all’aperto. È obbligatorio mantenere la distanza di 2 metri l'uno dall'altro e coprire il viso. Un certo regime sanitario (come la disinfezione) si applica in tutti gli ambienti sottostanti. Si raccomanda di non uscire di casa se non per un motivo di salute o di lavoro. Si consiglia di lavorare da casa.

Negozi

I centri commerciali sono chiusi. Farmacie, punti di servizio, panetterie, mercati edili e negozi di alimentari sono aperti con un numero limitato di clienti.

Vita sociale

Le riunioni sociali sono permesse fino a 5 persone. Matrimoni e altre celebrazioni familiari sono proibiti. I night club, le discoteche e altri locali da ballo sono chiusi. Fiere, esposizioni, congressi e conferenze si svolgono solo a distanza, in modalità virtuale. Didattica a distanza per tutte le scuole.

it_ITItalian